IL 27 MAGGIO 1508 MORIVA LUDOVICO IL MORO. ECCO I 12 CAPOLAVORI VOLUTI DAL DUCA

Scuro di carnagione e nero d’occhi e capelli, fin da bambino Ludovico Sforza veniva chiamato dal padre “Maurum”: un soprannome che con l’andar del tempo divenne “il Moro”. In età adulta conservò questo appellativo e anzi prese a sottolinearlo, facendosi accompagnare da uno scudiero di origine africana. Negli anni del suo ducato (dal 1480 al 1499) Milano divenne una “calamita per i mirabili e singulari ingegni”: la corte, sempre festosa e fitta di banchetti, musiche e recite, era frequentata dai più grandi artisti del tempo, primo fra tutti Leonardo da Vinci.

Per celebrare questo anniversario, ripercorriamo i dodici capolavori commissionati da Ludovico il Moro o comunque legati al suo suo ducato.

 

 

Commenti

commenti

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *