18 APRILE 1506: AL VIA IL CANTIERE DI SAN PIETRO. E SE FOSSE ANDATA DIVERSAMENTE?

Il 18 aprile 1506 Papa Giulio II pose la prima pietra della nuova basilica di San Pietro in Vaticano. Un cantiere che si concluse solo nel 1626 e che vide il coinvolgimento dei massimi architetti dell’epoca: da Raffaello a Michelangelo, da Bramante a Baldassare Peruzzi, gli artisti incaricati a “dire la loro” sul nuovo aspetto della basilica romana furono molti, e ognuno di essi propose un progetto (o più di uno). Oggi San Pietro in Vaticano ha in parte le forme immaginate dal Buonarroti (la cupola, l’ordine gigante della facciata), completate e integrate successivamente dall’intervento di Carlo Maderno. E se le cose fossero andate diversamente? Se fosse andato in porto un altro progetto, tra quelli elaborati nell’arco di cento anni?

Diamo un’occhiata a tutte le San Pietro alternative, rimaste sulla carta (immagini tratte da La Basilica di San Pietro in Vaticano, Franco Cosimo Panini Editore).

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *