CONSIGLI DAL MEDIOEVO: IL FEGATO

"Il fegato di cane rabbioso, arrostito e mangiato da chi è stato morso dal cane rabbioso, gli impedisce di aver timore dell’acqua. Il fegato di asino giova agli epilettici, ma si deve mangiare a digiuno. Dal fegato di capra si fa un collirio contro la cecità della vista: l’uomo può aprire i suoi occhi anche con il vapore, stando sopra, mentre si prepara l’arrosto." L’illustrazione mostra una donna inginocchiata di fronte al focolare intenta a mescolare con un mestolo i fegatelli che cuociono nella pentola. Dal codice “Historia Plantarum”, fine XIV secolo → https://bit.ly/HistoriaPlantarum
Post consigliati
0 commenti
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *