GEMELLI

gem

As of today, May 21, the Sun enters the zodiac sign of Gemini.

Gemini, meaning “twins” in Latin, is represented by a couple of twins; namely, Castor and Pollux from Greek mythology, which referred to them jointly as the Dioskouroi (later to be known as Dioscuri in Latin), meaning “sons of Zeus”. According to legend, however, only Pollux was the son of Zeus: the god, in fact, had visited the Queen of Sparta, Leda, disguising himself as a swan. The same night of their encounter, the Queen also laid with Tyndareus, her husband and King: as both unions were fruitful, she became pregnant with four children from two different fathers. Therefore, Castor and his sister Clytemnestra were fathered by Tyndareus, whereas Pollux and Helen (later to become famous as Helen of Troy) were fathered by Zeus.

Castor and Pollux are also the names of the two brightest stars in the constellation, α Geminorum and β Geminorum respectively, which actually correspond to the heads of the two twins. Another constellation, Cygnus, seems to be linked to the same myth: its Latin name meaning “swan”, Cygnus would in fact represent Zeus’ disguise in order to seduce Leda.

 

“Gemini”, illumination from a Book of Hours, Use of Rome, ms. G.14, f. 7v, 1470-1480, Morgan Library & Museum, New York.

 


 

Il Sole entra oggi, 21 maggio, nel segno zodiacale dei Gemelli.

Il segno dei Gemelli è, come dice lo stesso nome, rappresentato da una coppia di gemelli: la tradizione identifica in essi le figure di Castore e Polluce della mitologia greca. Nonostante i Greci si riferissero ai due fratelli con il nome cumulativo di Dioskouroi (Dioscuri in latino), letteralmente “figli di Zeus”, solamente Polluce sarebbe davvero figlio del dio: Zeus, infatti, avrebbe sedotto la regina di Sparta, Leda, sotto le sembianze di un cigno. La stessa notte del loro incontro, tuttavia, la regina si sarebbe unita al marito, il re Tindaro: siccome entrambe le unioni si rivelarono fruttuose, la regina rimase incinta di quattro bambini da due padri diversi. Castore e la sorella Clitennestra, quindi, sarebbero figli di Tindaro; Polluce ed Elena (in seguito nota come Elena di Troia) sarebbero invece nati dall’unione con Zeus.

Castore e Polluce sono anche i nomi delle due stelle più brillanti della costellazione dei Gemelli, rispettivamente α Geminorum e β Geminorum, che corrispondono alle teste dei due personaggi. Un’altra costellazione, il Cigno, si riferirebbe inoltre al travestimento di Zeus all’interno della stessa leggenda.

 

“Gemelli”, miniatura tratta da un Libro d’Ore ad uso di Roma, ms. G.14, c. 7v, 1470-1480, Morgan Library & Museum, New York.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *