LA BIBLIOTECA COMUNALE ARIOSTEA, FERRARA

La Biblioteca Ariostea si trova a Palazzo Paradiso, un edificio storico adiacente al Ghetto degli Ebrei, nel cuore del centro storico di Ferrara. Sorto nel 1391 come palazzo di delizia estense, l’edificio assunse una fisionomia seicentesca quando, dopo la devoluzione del Ducato allo Stato della Chiesa, si insediarono le facoltà universitarie, che qui rimasero fino al 1963. Nel corso del Settecento sorsero il Teatro Anatomico, l’Orto Botanico, la Sala della Biblioteca e l’elegante scalone marmoreo, progettato da Antonio Foschini. Dal 1801, Palazzo Paradiso accoglie le ceneri di Ludovico Ariosto e il monumento funebre, concepito da Aleotti. L’aspetto attuale del complesso architettonico è il risultato di un lungo e laborioso restauro conclusosi nel 2006 con il recupero e la conseguente riapertura al pubblico della splendida Sala di lettura, ora intitolata all’illustre bibliofilo Gianmaria Riminaldi. Oggi la biblioteca custodisce manoscritti, incunaboli, codici miniati e numerosi cimeli dell’Ariosto, a cui si aggiungono le oltre seicento edizioni antiche delle sue opere.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *