BIBLIOTECA MEDICEA LAURENZIANA, FIRENZE

La Biblioteca Medicea Laurenziana trae origine dalla ricca collezione privata di manoscritti che Cosimo il Vecchio aveva iniziato a raccogliere nel palazzo di famiglia, col contributo dei più insigni umanisti del tempo. La raccolta raggiunse il massimo splendore con Lorenzo il Magnifico e la sua idea di costruire una biblioteca pubblica si concretizzò con il nipote Giulio, divenuto papa col nome di Clemente VII nel 1523. Fu lui ad affidare il progetto a Michelangelo Buonarroti, che lavorò alla Biblioteca fino al 1534, anno della sua partenza da Firenze e della morte del committente. Ripresa e terminata sotto il ducato di Cosimo I, la Biblioteca venne aperta al pubblico nel 1571 nel suo mirabile, seppure incompiuto, allestimento michelangiolesco.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *