LIBRI D’ORE A ZURIGO

Sono di due librai italiani i codici miniati più affascinanti in mostra (e in vendita) alla XXIV edizione della International Antiquarian Bookfair aperta a Zurigo dal 27 al 30 settembre 2012. E si tratta, non a caso, di Libri d’Ore, forse la tipologia di manoscritti illustrati più apprezzata dai collezionisti di tutto il mondo nonostante il gran numero di offizioli devozionali, non sempre di eccelsa qualità, usciti dalle botteghe di tutta Europa tra il XIV e il XVI secolo. Pregevole e in condizioni perfette, da Bibliopathos, il Libro d’Ore toscano all’uso di Roma, della metà del Quattrocento, illustrato con 19 bellissime miniature di incerta attribuzione, ma che certamente non mancheranno di richiamere l’attenzione degli studiosi. Sempre all’uso di Roma, ancora da Bibliopathos, il Libro d’Ore composito francese, uscito da un atelier della Piccardia intorno al 1470, comprendente due manoscritti rispettivamente di 96 e 46 fogli, mentre è all’uso di York il raffinato Offiziolo francese, datato alla Pasqua del 1444, offerto all’ammirazione del pubblico svizzero da Giuseppe Solmi. I prezzi? Non proprio per tutte le tasche, ma tutt’altro che proibitivi: rispettivamente 42.000, 57.649 e 39.500 franchi svizzeri.

Gli antiquari:

Bibliopathos

viale Regina Giovanna 15 ∙ 20129 Milano ∙ via Enrico Toti 1 ∙ 37129 Verona, Italien

Tel. +39 (0)45 592917 ∙ Fax +39 (0)45 592917

E-Mail: bibliopathos@bibliopathos.it ∙ Internet: www.bibliopathos.it

Giuseppe Solmi Studio Bibliografico

Via Stradelli Guelfi, 2 ∙ 40064 Ozzano Emilia (BO), Italien

Tel. +39 (0)51 6511029 ∙ Fax +39 (0)51 796152

E-Mail: giuseppe.solmi@tin.it ∙ Internet: www.giuseppesolmi.it

 

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *