NATALE A STEYR TRA LE BIBLIOTECHE BAROCCHE

Sono quasi due milioni, le lettere dei bambini di tutto il mondo che ogni anno, in prossimità del Natale, arrivano all’apposito Ufficio Postale di Steyr, la romantica cittadina dell’Alta Austria, situata alla confluenza dei fiumi Enns e Steyr, nota come la Città di Gesù Bambino da quando, sul finire del Seicento, il musicista Fernand Serl, malato di epilessia, pose una statuetta di cera raffigurante il piccolo Gesù nella cavità di un albero dove si recava a pregare e in breve tempo guarì dalla malattia. L’evento condusse sul posto numerosi pellegrini, tanto che già nel 1702 cominciarono i lavori per la costruzione del santuario di Christkindl, dove si conserva tuttora la statuetta. Numerose e molto suggestive, a Steyr, le manifestazioni che si svolgono nel periodo natalizio, tra cui lo Steyrer Christkindlmarkt auf der Promenade, un mercato di prodotti gastronomici che si snoda lungo un ampio viale alberato; il Weihnachtsmarkt Altstadt am Stadtplatz, mercatino natalizio più tradizionale che ha luogo nel centro cittadino; il Kunst und Kunsthandwerk im Schloß Lamberg, un’esposizione dedicata alle arti e ai mestieri di una volta, allestita nel castello di Lamberg, e i numerosi presepi monumentali, tra cui il Pöttmesser allestito nel santuario di Christkindl e il BethlehemKripp nel Museo della Città, scolpito in legno d’ulivo e donato dalla città di Betlemme a seguito del gemellaggio nel 2001. Ma per i bibliofili e gli amatori di libri antichi, Steyr può anche essere la base ideale per visitare tre splendide biblioteche barocche poste a ventaglio attorno alla città nel raggio di pochi chilometri: la biblioteca dell’abbazia benedettina di Kremsmünster, a ovest, dominata dalla mole imponente della Sternwarte, l’Osservatorio, il primo “grattacielo” dell’arco alpino; la biblioteca abbaziale agostiniana di Sankt Florian, a nord, cara alle memorie di Anton Bruckner e in cui spesso vibrano le note dei St. Florianer Sängerknaben, il coro dei ragazzi; e la sfarzosa biblioteca dell’abbazia benedettina di Melk, che domina da uno sperone di roccia le anse del Danubio con la sua sagoma imponente animata al tramonto da bagliori rossastri.

Info: www.steyr.info/

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *