SFARZO E DEVOZIONE A MONACO

Posta sotto l’Alto patronato del Presidente della Repubblica Federale Tedesca Joachim Gauck, una splendida mostra documenta e illustra esemplarmente, attraverso 72 opere provenienti dalla Bayerische Staatsbibliothek di Monaco e tre capolavori della Staatsbibliothek di Bamberga, il momento più glorioso della miniatura germanica, quella fase di straordinario rigoglio artistico e culturale che proprio nel codice miniato trova la sua sintesi più alta, fissando altresì per il popolo tedesco, nella relativa scarsità di testimonianze figurative e pittoriche dovuta alle distruzioni belliche, un elemento identitario molto forte e significativo. Nei quattro secoli che intercorrono tra l’avvento della dinastia carolingia e il tramonto di Enrico il Leone, e in particolare nel secolo compreso tra l’ascesa al trono di Ottone il Grande (912-973) e la morte di Enrico II (973-1024), l’arte del libro conosce infatti in Germania momenti di grande fulgore, dando vita a una serie di Evangeliari, Pericopi e Sacramentari impreziositi dall’uso dovizioso della foglia d’oro e spesso racchiusi entro sfarzose coperte costellate di smalti, pietre preziose e rilievi eburnei. Tra tutti, spiccano i capolavori della Scuola di Reichenau, inseriti nel 2003 nel registro dell’Unesco Memory of the World e annoverabili tra i massimi capolavori dell’arte occidentale di tutti i tempi. Opere come l’Evangeliario di Ottone III, il Libro di Pericopi di Enrico II e l’Apocalisse di Bamberga, che pur essendo state perfettamente riprodotte in facsimile, figurano qui in originale al pari di tutti gli altri codici in mostra.

Mostra: Pracht auf Pergament. Schätze der Buchmalerei von 780 bis 1180

Dove: Monaco di Baviera, Kunsthalle der Hypo-Kulturstiftung

Quando: dal 19 ottobre 2012 al 13 gennaio 2013

 

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *