SPLENDORI MOGHUL A LONDRA

Pullula di ritratti di imperatori e rajah, la grande mostra della British Library che dal 9 novembre 2012 al 2 aprile 2013 celebrerà a Londra gli splendori e le meraviglie dell’India dei Moghul. Ma il protagonista sarà lui, l’imperatore Akbar, detto il Grande, il vero fondatore dell’impero moghul iniziato con il nonno Babar nel 1526 e conclusosi con il pronipote Aurangzeb nel 1707. Tra le duecento opere in mostra, la parte del leone spetta ovviamente alla miniatura, un’arte che il sovrano, benché analfabeta, favorì e incoraggiò in modo particolare, dando vita a opere memorabili come la copia imperiale della Khamsa di Nizami e l’imponente manoscritto in tre volumi dell’Akbar-nama, dedicato alla storia della casata dei Timuridi. Un’opera che oltre a un eccezionale valore artistico, presenta un altissimo interesse storico quale documentazione di un periodo di assoluto splendore, paragonabile al nostro Rinascimento. Dalle note del fedele e preciso Abu al-Fazl si desumono infatti i nomi dei miniatori, dei calligrafi, dei rilegatori, con le relative caratteristiche, mentre dalle indicazioni poste ai margini delle illustrazioni apprendiamo le vicende storiche di un’epoca contrassegnata dalla bramosia di potere dei vari imperatori moghul, ma anche dalla loro volontà di dare un carattere unitario, un savio governo e un’unica religione ai loro vastissimi possedimenti, curando nel contempo la fioritura delle arti, delle lettere e della cultura. Tutta la mostra diventa così un inno alla gloria e allo sfarzo di una dinastia che al culmine della propria potenza si estese dall’odierno Afghanistan a gran parte del Sud-Est asiatico.

La mostra: Mughal India. Art, Culture and Empire.

Dove: Londra, British Library, 96 Euston Road.

Quando: dal 9 novembre 2012 al 2 aprile 2013.

Il sito: www.bl.uk/whatson/exhibitions/mughalindia/

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *