UN VIAGGIO INFERNALE: “QUELLA SOZZA IMAGINE DI FRODA”


Inferno, Canto XVII.
 La creatura emersa dal baratro infernale è Gerione, simbolo della frode: ha infatti il volto benigno “d’uom giusto” e il corpo con “dorso serpentino”. Mentre a sinistra Virgilio parla con Gerione, a destra Dante incontra da solo gli usurai che giacciono seduti sotto la pioggia di fuoco: a ciascuno pende dal collo una borsa con i blasoni di famiglia. Al centro della scena, i due poeti salgono infine in groppa a Gerione, che li condurrà in fondo al baratro.

Miniatura tratta dalla ‘Divina Commedia di Alfonso d’Aragona’ (XV secolo), British Library, Londra.
Per saperne di più → https://bit.ly/17rVFtK 

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *