UNA GIORNATA DI STUDIO SUL CODEX PURPUREUS ROSSANENSIS

In occasione dell’apertura dell’Anno Accademico 2012-2013 della Scuola di Alta Formazione per Restauratori, giovedì 25 ottobre 2012 si terrà a Roma, nella sede dell’Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario (ICRCPAL), una giornata di studio sul recente restauro di uno dei codici più antichi e preziosi del patrimonio librario italiano, il Codex Purpureus Rossanensis conservato presso il Museo Diocesano di Rossano Calabro: un evangelario greco del VI secolo di origine mediorientale, portato probabilmente nella località calabrese da qualche monaco in fuga dall’oriente durante l’invasione araba (secoli IX-X). Custodito per secoli nel tesoro della Cattedrale, il codice balzò agli onori della cronaca ai primi dell’Ottocento per essere poi imposto all’attenzione del mondo degli studi e della cultura ad opera soprattutto degli studiosi tedeschi Adolf von Harnack e Oscar von Gebhart. In pergamena color porpora, da cui la qualifica di purpureus, il manoscritto si compone di 188 fogli contenenti il testo greco dei Vangeli di Matteo e Marco, mentre gli altri due sono andati perduti. La preziosità del documento dipende dall’antichità, dal materiale scrittorio usato e dalle 14 tavole miniate che danno al testo un fascino straordinario. La giornata di studio, aperta da una relazione del professor Guglielmo Cavallo, si concluderà con una visita ai laboratori dell’Istituto.

Il convegno: Il Codice Purpureo di Rossano Calabro. Restauro e Conservazione.

Quando: Giovedì 25 ottobre 2012, ore 9.30.

Dove: ICRCPAL, Salone delle Conferenze, Via Milano 76, Roma.

Il sito: www.icpal.beniculturali.it

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *