VALANGA NEL TAUNUS

Una valanga di libri si è abbattuta qualche giorno fa sulla piacevole cittadina di Königstein, alle spalle di Francoforte, dove ha sede la casa d'aste Reiss & Sohn. Mentre le boscose ondulazioni del Taunus, dopo la pausa estiva, cominciavano a esercitare sugli stressati cittadini della vicina Francoforte i loro irresistibili richiami autunnali, propiziati come sempre dalle corroboranti caratteristiche climatiche del massiccio e dai suoi cospicui allettamenti arborei, arbustivi e micologici, non meno perentorio, alla fine di ottobre, era infatti l'appello lanciato al pubblico dei bibliofili, reduce dal modesto appuntamento della sezione antiquaria della Buchmesse, dalle quattro tornate d'asta organizzate dal 30 ottobre al 2 novembre 2012 dalla Reiss & Sohn, la casa d'aste che proprio su queste salubri balze, care all'alzavola e alla coturnice, al tasso e alla faina, ha avviato e conduce ormai da vari anni con indiscutibile successo la sua intensa attività di vendite all'incanto. Colossale, pantagruelica, sibaritica, come di consueto, l'offerta di libri, manoscritti, documenti, carte geografiche e bric-à-brac cartacei e pergamenacei di ogni genere e foggia proposti all'attenzione di un folto pubblico di collezionisti, bibliofili e mercanti convenuti d'ogni dove per contendersi i 5mila lotti in palio, molti dei quali davvero per tutte le tasche. Basti pensare, per quanto concerne i manoscritti, che un paio di Album Amicorum ottocenteschi sono passati di mano per poche centinaia di euro, mentre i numerosi cuttings si mantenevano in un range oscillante fra i 300 e i 2mila euro. Ovviamente più cari, ma pur sempre abbordabili, i codici miniati, con punte di 30mila euro per un codice del De virtutibus et vitiis del giurista padovano Geremia da Montagnone, 25mila per un Antifonario bolognese del 1480 ca., e 20mila per un Breviario monastico austriaco della seconda metà del XV secolo, proveniente con ogni probabilità dall'Abbazia di Melk, mentre sul versante profano uno Stemmario tedesco della metà del XVII secolo, abbinato al celebre Trattato dei tornei di Georg Rüxner, veniva conteso fino a 5mila euro. Cataloghi e prezzi sul sito: www.reiss-sohn.de
Post consigliati
0 commenti
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *