17 LUGLIO 1228: INIZIANO I LAVORI DELLA BASILICA DI SAN FRANCESCO

La Basilica di San Francesco ad Assisi, oltre ad essere un luogo dall’altissimo significato spirituale, è uno dei monumenti più insigni d’Italia: qui artisti come Cimabue, Giotto, Simone Martini e Pietro Lorenzetti hanno realizzato opere destinate a rivoluzionare il linguaggio figurativo dell’Occidente.

La posa della prima pietra del cantiere avvenne il 17 luglio 1228, solo due anni dopo la morte di Francesco. Il grandioso complesso consta di due chiese sovrapposte, entrambe a navata unica e pianta cruciforme, a cui si addossa la mole imponente del Sacro Convento. Il progetto della doppia chiesa rispondeva all’esigenza di soddisfare la duplice funzione di santuario sepolcrale (la Basilica inferiore) e di aula monastica destinata alla preghiera ma anche a cappella papale (la Basilica superiore). 

(L’immagine è tratta da “La Basilica di San Francesco ad Assisi”, Franco Cosimo Panini Editore)

 

 

 

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *