BATTISTERO DI FIRENZE, PARTE IL RESTAURO

Inizieranno domani le operazioni di montaggio dei ponteggi sul Battistero di Firenze, mentre a marzo prenderanno il via i lavori di restauro: conclusione prevista nell'estate 2015.
  I ponteggi per il restauro del Battistero di Firenze saranno allestiti sull'intero perimetro del monumento a partire da domani giovedì 30 gennaio. Le operazioni di  montaggio richiederanno almeno trenta giorni, periodo durante il il quale potranno verificarsi momentanee chiusure al pubblico. L'intervento di restauro è teso a eliminare gli strati di incrostazioni nere e i depositi di sostanze inquinanti, oltre a consolidare e ridefinire gli elementi marmorei che nel tempo si sono degradati. Le otto facciate del Battistero presentano stati di conservazione diverse, sia per le caratteristiche dei materiali che per le differenti esposizioni agli agenti atmosferici. Il piano di lavoro prevede, dopo una mappatura generale dello stato di conservazione del monumento e le preliminari indagini diagnostiche, una campagna di prove di pulitura da eseguirsi su tutte le aree più significative per caratteristiche e problematicità in modo da individuare le metodologie di intervento più adatte alla conservazione dell'opera e la più efficace programmazione della tempistica. L'ultimo generale intervento di restauro sul Battistero di Firenze è stato eseguito 70 anni fa, tra il 1938 e il 1944. Il restauro del Battistero di San Giovanni Battista fa parte di un più ampio progetto di riqualificazione di Piazza del Duomo di Firenze, centro del sistema museale dell'Opera di Santa Maria del Fiore, che prevede anche la pulitura e il restauro di tutte le facciate marmoree dei monumenti per un totale di 40 mila metri quadrati di superficie. Le immagini sono tratte dal volume Il Battistero di San Giovanni a Firenze, Franco Cosimo Panini Editore. Franco Cosimo Panini Editore
Post consigliati
0 commenti
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *