LA NOVELLA DELLA BUONANOTTE: L’AVARO ERMINIO


Prima giornata, ottava novella: “Ermino, il più avaro di Genova, riceve Guiglielmo e gli chiede cosa si possa dipingere di mai visto. La Cortesia, gli dice lui”. Miniatura tratta dal ‘Decameron’ (codice del XV secolo), Bibliothèque de l’Arsenal, Parigi.

Leggi gli altri tweet (anche quelli in metrica) e partecipa al concorso su https://twitter.com/la_dante

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *