LOST IN TRANSLATION

jer

September 30: on the feast day of Saint Jerome, the patron saint of translation (and Bible translator himself), the world celebrates International Translation Day!

For most of us, translators are somewhat of an “invisible presence” – granting us the opportunity to experience the world outside our native country, be it through books, TV shows, or the internet. The importance of translators, however, goes much beyond what most people get to experience in their daily life: international relations heavily depend on professional, capable translators in order to defuse conflicts and fostering peace; translators, being the bridge across different languages and cultures, are a vital part in the process of understanding one-another and connecting different parts of the world. In crisis situations such as migrations and wars, moreover, translating assumes a key role in assisting people in their basic needs and rights – in a way that Google Translator never could.

It is not just the subtitles of our favorite TV show: in the era of globalization, translating as a profession is becoming more and more important. To highlight the role of translators, the FIT (International Federation of Translators) has been promoting St. Jerome celebrations since 1953: it was not until last year, on May 24, 2017, that the United Nations finally recognized the date of September 30 as International Translation Day. This year’s theme is “Translation: promoting cultural heritage in changing times”: Folia Magazine joins in the celebrations with this breath-taking illumination of Saint Jerome, depicted here among his beloved books.

 

 

“Jerome”, historiated initial V, from the “Great Bible” supposedly illuminated by Herman Scheerre, ms. Royal 1 E IX, f. 63v, 1st quarter of the 15th century, British Library, London.

 


 

30 settembre: nel giorno di San Girolamo, patrono della traduzione (e a sua volta traduttore della Bibbia), il mondo celebra la Giornata Internazionale della Traduzione!

Per molti di noi, i traduttori sono più che altro una “presenza invisibile”, coloro che ci rendono possibile godere del mondo al di fuori del nostro paese – che sia attraverso un libro, una serie TV o internet. L’importanza dei traduttori, tuttavia, va ben al di là di ciò che la maggior parte delle persone può sperimentare nella vita quotidiata: le relazioni internazionali dipendono in modo imprescindibile da traduttori professionali e capaci affinché i conflitti siano risolti e la pace promossa. I traduttori, essendo ponti fra lingue e culture differenti, sono una parte vitale per la comprensione reciproca e la creazione di connessioni fra una parte e l’altra del mondo. In situazioni di crisi quali forti migrazioni o guerre, inoltre, la traduzione assume un ruolo ancora più cruciale nell’assistere le persone nei loro diritti e bisogni fondamentali, in un modo in cui Google Translator non potrebbe mai.

Non si tratta solo, quindi, dei sottotitoli della nostra serie TV preferita: nell’era della globalizzazione, la traduzione professionale diventa oggi sempre più importante. Per dare risalto al ruolo dei traduttori, la FIT (Federazione Internazionale dei Traduttori) ha promosso la celebrazione della festa di San Girolamo fin dal 1953; solamente l’anno scorso (per la precisione il 24 maggio 2017) le Nazioni Unite hanno riconosciuto la giornata del 30 settembre come International Translation Day. Il tema di quest’anno è “Traduzione: promuovere l’eredità culturale in tempi di cambiamento”: Folia Magazine si unisce ai festeggiamenti con questa incredibile miniatura di San Girolamo, qui raffigurato insieme ai suoi adorati libri.

 

 

“San Girolamo”, iniziale V istoriata tratta dalla “Grande Bibbia” presumibilmente attribuibile a Herman Scheerre, ms. Royal 1 E IX, c. 63v, primo quarto del XV secolo, British Library, Londra.

 

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *