UN VIAGGIO INFERNALE: LUCIFERO


Inferno, canto XXXIV. Dante è giunto davanti a “lo ‘mperador del doloroso regno”: fedelmente al testo poetico, Lucifero è rappresentato con tre facce di diverso colore, intento a maciullare Bruto, Cassio e Giuda. Del tutto originale l’invenzione di una quarta bocca, posta sull’addome, volta a enfatizzare la bestialità mostruosa del diavolo. I due poeti si aggrappano al corpo enorme e peloso di Lucifero, con esiti grotteschi: Dante scala una delle teste, mentre Virgilio viene percosso sul capo da Bruto. La seconda rappresentazione del diavolo, ora capovolto, è il curioso espediente adottato per mostrare il passaggio dall’emisfero boreale a quello australe dei due poeti, che, terminato il viaggio infernale, escono “a riveder le stelle”.

Miniatura tratta dalla ‘Divina Commedia di Alfonso d’Aragona’ (Franco Cosimo Panini Editore)

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *