VIAGGIO IN ITALIA: PALAZZO TE A MANTOVA

Incontri con autori, reading, spettacoli e concerti: in questi giorni il Festival della Letteratura di Mantova entra nel vivo, con un cartellone di appuntamenti ricchissimo. E dopo una mattinata tra i giganti della letteratura mondiale, perché non proseguire con i Giganti di Giulio Romano? Andiamo subito a (ri)scoprire le meraviglie di Palazzo Te.

Tutte le immagini sono tratte da Palazzo Te a Mantova (Franco Cosimo Panini Editore).

Fu Federico II Gonzaga a ordinare nel 1524 la costruzione di un palazzo dove potersi riposare e svagare dagli impegni che il ruolo di marchese prima, e duca poi, di Mantova comportavano. A progettare l’edificio e la sua decorazione fu chiamato da Roma l’architetto e pittore Giulio Romano, che interpretò i desideri del suo committente con la progettazione di una costruzione che con la sua pianta quadrata e il grande giardino al centro richiama i modelli delle ville romane.
Le sale della villa furono affrescate seguendo programmi decorativi differenti: tra le principali, la Sala dei Giganti riproduce un’illusionistica e spettacolare battaglia tra i giganti e Zeus, la Sala di Amore e Psiche illustra con figure di grande sensualità il mito classico, la Sala dei Cavalli riproduce sulle pareti, a grandezza naturale, i destrieri prediletti della famiglia. Di grande fascino anche l’Appartamento Segreto con la sua loggia affrescata e la grotta artificiale alla quale si accede da un piccolo giardino.

 

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *