WORLD BEE DAY

bees

Today, May 20, marks World Bee Day 2019: Folia Magazine joins in the event with this curious illumination from a 16th-century French manuscript.

Despite the great importance of this little insect over the course of history, WBD is merely at its second edition; the event was in fact established in 2018 after being approved by the Council of the United Nations the previous year. The proposal for a World Bee Day, as well as its date, was set forth by Slovenia: May 20, in fact, is the birth day of Anton Janša – a famous Slovenian beekeeper who pioneered modern beekeeping techniques during the 18th-century.

The aim of World Bee Day is to raise awareness towards the precious insect and its role in conserving biodiversity, as well as its importance for humanity as a whole: it is estimated that around 75% of the food we eat derives from the process of pollination mainly operated by bees. These, however, are sadly slowly disappearing because of pollution, pesticides, and climate changes. Can we imagine a table with 75% less food?

 

 

Illumination from the manuscript “Le Livre nommé Fleur de vertu”, ms. Français 1877, f. 21v, 16th century, Bibliothèque nationale de France, Département des manuscrits, Paris.

 


 

bees

Si celebra oggi, 20 maggio, la Giornata mondiale delle api: Folia Magazine si unisce all’evento con questa curiosa miniatura proveniente da un manoscritto francese del ‘500.

Nonostante l’importanza del piccolo insetto nel corso della storia, la Giornata di oggi è solamente alla sua seconda edizione; la ricorrenza è infatti stata istituita nel 2018, dopo essere stata approvata l’anno precedente dal consiglio delle Nazioni Unite. A proporre la creazione della Giornata mondiale delle api, così come la data del 20 maggio, è stata la Slovenia: il 20 maggio è infatti la data di nascita di Anton Janša, celebre apicoltore sloveno che fu pioniere delle tecniche di apicoltura nel ‘700.

L’obiettivo della Giornata è quello di sensibilizzare il pubblico verso il prezioso insetto e il suo ruolo per la biodiversità, così come per l’umanità stessa: si stima infatti che ben il 75% del cibo che consumiamo sia frutto dell’impollinazione operata proprio dalle api. Queste ultime, tuttavia, stanno lentamente scomparendo a causa di inquinamento, pesticidi e cambiamenti climatici. Riusciamo ad immaginare una tavola con il 75% di cibo in meno?

 

 

Miniatura tratta dal manoscritto “Le Livre nommé Fleur de vertu”, ms. Français 1877, c. 21v, XVI secolo, Bibliothèque nationale de France, Département des manuscrits, Parigi.

 

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *