ALZATI E CAMMINA!

lazzaro1

Here we are with another marvelous illumination from the Codex Purpureus Rossanensis: Lazarus’ resurrection.

The illuminated folio was sadly deeply damaged by both the passing of time and the early XX-century restoration, which mostly affected the peculiar reddish-purple hue of the original parchment. The scene, still easily discernible despite the damage, can be split into two acts: on the left, Martha and Mary implore Jesus to heal their brother Lazarus. On the right, several days after his death, the miracle: having received the order to “come forth”, Lazarus steps out of his tomb – still wearing his shroud.

An interesting detail can be found in the figure of the young man helping Lazarus walk out of his tomb: the boy, in fact, is depicted in the act of raising his tunic above his nose, surely hoping to avoid the stench emanating from an already decaying Lazarus!

 

“Resurrection of Lazarus”, illumination from the “Codex Purpureus Rossaniensis“, Gregory-Aland Σ o 042, f. 1r, ca. 550, Museo diocesano e del Codex, Rossano.

lazzaro2


 

Quest’oggi andiamo ad osservare un’altra miniatura tratta dal Codex Purpureus Rossanensis: la resurrezione di Lazzaro.

La carta che ospita la singolare miniatura risulta purtroppo decisamente danneggiata, in parte dall’azione del tempo e in parte dal restauro di inizio Novecento, che ha colpito soprattutto il caratteristico colore purpureo della pagina. La scena, nonostante tutto ancora facilmente riconoscibile, si svolge in due parti: a sinistra, Gesù viene pregato da Marta e Maria e affinché guarisca il fratello Lazzaro. A destra, a morte ormai avvenuta da alcuni giorni, il compiersi del miracolo: Lazzaro, al comando “Alzati e cammina!”, esce dal sepolcro avvolto nel lenzuolo funebre.

Un particolare curioso è rappresentato dal giovane che sembra condurre il resuscitato fuori dal sepolcro: il ragazzo ha infatti alzato la veste in modo da coprire il proprio naso, di sicuro nel tentativo di proteggersi dall’odore di Lazzaro, già in via di decomposizione!

 

“Resurrezione di Lazzaro”, miniatura tratta dal “Codex Purpureus RossaniensisGregory-Aland Σ o 042, c. 1r, 550 circa, Museo diocesano e del Codex, Rossano.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *