ROSA DEI VENTI

Franco Cosimo Panini Editore, the publisher behind Folia Magazine, recently had the pleasure to work with the Gallerie Estensi museum in Modena, Italy, on the catalog of the new exhibition called “Meravigliose Adventure” – a journey through maps, travel journals and the art of exploring new lands and cultures through the centuries. The exhibition opened on September 22; we take this opportunity to highlight some of the incredible works featured in the collection of the Gallerie Estensi.

One of the main pieces on display is a chart, pictured below, from the 1650 Atlantis Maioris published by the cartographer Jan Jansson. The map, titled “Tabula anemographica seu Pyxis nautica“, is one of the earliest compass rose charts ever made: the center compass branches out into a total of 32 different directions – each one representing a wind, each one personified by a human figure. The chart is thus divided according to the four cardinal directions: the upper left, representing North, depicts the northern wind as a bearded old man blowing rain and ice; East, on the contrary, is portrayed as a young black man surrounded by sun rays and breathing warm, “sunny” wind. The two figures in the lower half, both blond, represent the South and the West – the latter wearing a flower crown and blowing fresh flowers in the air.

As for the central part of the chart, a sophisticated circle and degree system is used to compare the many names of the winds in 6 different languages – Greek, Latin, French, Dutch, Italian, and Spanish – so that travelers could easily figure out what foreign sailing books were referring to.

Engraved chart, colored by hand, from Jan Jansson’s “Atlantis Maioris, quinta pars”, 33.M.7, 1650, Biblioteca Estense Universitaria, Modena, Italy.

 


 

Franco Cosimo Panini, la casa editrice che cura Folia Magazine, ha di recente avuto il piacere di lavorare insieme alle Gallerie Estensi di Modena, pubblicando il catalogo della nuova mostra intitolata “Meravigliose Avventure”: un viaggio, letteralmente, fra le pagine di numerosi diari di bordo e attraverso le esplorazioni di nuove terre e culture nel corso dei secoli. La mostra è stata inaugurata lo scorso 22 settembre; cogliamo quindi l’occasione per dare risalto ad alcune delle incredibili opere presenti all’interno della collezione delle Gallerie Estensi.

Uno dei pezzi principali in mostra è una tavola proveniente dall’Atlantis Maioris pubblicato dal cartografo Jan Jansson nel 1650. La carta, intitolata “Tabula anemographica seu Pyxis nautica“, è una delle prime rose dei venti mai realizzate: la bussola centrale si dirama in un totale di 32 direzioni differenti, una per ogni vento, ognuno dei quali è rappresentato da una figura umana. La tavola risulta quindi divisa secondo le quattro direzioni cardinali e nei quattro quadranti sono rappresentati i rispettivi venti: il riquadro in alto a sinistra, il Nord, raffigura la Tramontana come un vecchio canuto che soffia pioggia e ghiaccio; l’Est e il Levante, al contrario, vengono ritratti con il viso di un giovane dalla carnagione scura, circondato da raggi di sole, il cui caldo respiro è altrettanto “soleggiato”. Le due figure in basso, entrambe bionde, rappresentano l’Ostro, da sud, e il Ponente – quest’ultimo raffigurato con una corona floreale sul capo mentre soffia fiori freschi nell’aria.

La parte centrale della carta è invece organizzata in un complesso sistema di angoli e cerchi in cui compaiono i nomi dei venti in 6 lingue differenti (greco, latino, francese, olandese, italiano e spagnolo) così che i viaggiatori potessero comprendere facilmente i testi nautici, anche stranieri.

 

Tavola incisa colorata a mano, dal “Atlantis Maioris, quinta pars” di Jan Jannson, 33.M.7, 1650, Biblioteca Estense Universitaria, Modena.

 

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *