RIAPRE PALAZZO SCHIFANOIA (FINO AL 1° MAGGIO È GRATIS)

Riapre al pubblico mercoledì 27 marzo uno dei massimi tesori del Rinascimento italiano: Palazzo Schifanoia a Ferrara. Saranno infatti nuovamente accessibili gli ambienti più spettacolari del Palazzo, ovvero il Salone dei Mesi e la Sala della Virtù, di cui sono appena terminati i lavori di restauro. L'intero complesso aveva subito numerosi danni durante il terremoto del maggio 2012, riportando pericolose lesioni nei soffitti, nei muri perimetrali  e nello scalone monumentale di accesso al museo. La riapertura è tuttavia solo parziale: gli altri spazi espositivi della residenza estense riapriranno solo nel 2014, con un allestimento completamente rinnovato. In attesa di ritrovare Palazzo Schifanoia in tutta la sua bellezza, possiamo consolarci con lo splendido Salone dei Mesi, che fino al 1° maggio 2013 potremo ammirare gratuitamente (qui si trovano tutte le informazioni sulla riapertura di Palazzo Schifanoia). “Schivar la noia”. È con questa funzione che alla fine del Trecento, per volere di Alberto V d’Este, viene eretta a Ferrara una residenza destinata allo svago e alla ricreazione dei signori della città. Ampliato nei decenni successivi, Palazzo Schifanoia viene dotato sotto il governo di Borso d’Este di un grande salone di rappresentanza, il Salone dei Mesi, affrescato tra il 1469 e il 1470 dai grandi maestri dell’Officina ferrarese: Cosmé TuraFrancesco del Cossa ed Ercole de’ Roberti. Un ciclo che per qualità artistica e ricchezza di riferimenti alla cultura neoplatonica del tempo, resta uno degli esempi più alti e originali dell’arte rinascimentale italiana. Le fotografie sono tratte da Il Palazzo Schifanoia a Ferrara, a cura di Salvatore Settis e Walter Cupperi (Franco Cosimo Panini Editore). [gallery link="file" columns="4"]    
Post consigliati
0 commenti
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *