Verginia

Diamo il benvenuto a novembre con un nuovo Women’s Wednesday. La Mulier Clara di oggi è Verginia, fanciulla romana figlia del centurione Lucio Virginio.

La storia di Verginia è alquanto tragica. Secondo lo storico romano Livio, il giudice Appio Claudio, uno dei dieci Decemviri saliti al potere nel 451 a.C., si invaghì della fanciulla. Grazie alla sua posizione di potere, Appio Claudio approfittò di un suo cliente, Marco Claudio, per costruire un caso in cui rivendicava il possesso di Verginia da parte di quest'ultimo, che si vide poi costretto a cederla ad Appio.

Il caso volle che il giorno successivo Virginio, padre della ragazza, tornasse dal fronte e scoprisse l’arcano. Prontamente patteggiò purché Verginia tornasse fra le sue braccia: Appio declinò subito l’offerta, ma Virginio si rifiutò di perdere l'autorità sulla propria figlia. Non volendo che Verginia diventasse la schiava di un altro uomo, decise di ucciderla tagliandole la gola con un coltello.

La storia di Verginia è cruciale poiché fece da catalizzatore per un cambiamento significativo a Roma: lo scalpore generato dal suo assassinio portò alla fine del regno dei Decemviri a Roma. Sfortunatamente, la storia di Verginia è anche uno dei tanti esempi in cui una donna non è che una pedina nelle mani di uomini potenti. Alla fanciulla non è stato concesso di decidere del proprio destino, ma è condannata ad essere sacrificata per la difesa della virilità del padre.


“Verginia”, miniatura tratta dal manoscritto “Livre des femmes nobles et renommees”, ms. Français 598, f. 90r, 1403, Bibliothèque nationale de France, Département des Manuscrits, Parigi.

Post consigliati
0 commenti
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *