DEIANIRA

Deianira

Folia Magazine is finally back from our winter break! We take this opportunity to wish all of you a happy new year, as we resume our regular posting by welcoming a new Mulier Clara to our Women’s Wednesday column. This week’s story once again involves Hercules and is related to our latest Mulier Clara, Iole: the protagonist this time is, in fact, Deianira, Hercules’ wife at the time.

Deianira, daughter of the king of Calydon, was deemed so beautiful that Hercules had to fight the river god Achelous in order to take her in marriage. After their wedding, as they were traveling to Hercules’ homeland, the couple was stopped by a river. A centaur named Nessus then offered to ferry Deianira across the river: once they reached the other bank, however, Nessus suddenly ran away, trying to kidnap the woman. Hercules, unable to outrun the centaur, took his bow and shot Nessus with a poisoned arrow; as he was dying, the centaur told Deianira to take his shirt with her, since the blood staining the cloth would one day have been useful to ensure that Hercules, by simply wearing it, would only be in love with her. Hercules then reunited with Deianira, and the couple went on with their lives.

Year after year Hercules proved to be more and more unfaithful to his wife, fathering several children all across Greece; it was when the hero fell in love with Iole, however, that Deianira remembered Nessus’ words and decided to send the old, stained shirt to her husband. As Hercules wore it, the poisoned blood entered his pores: the hero instantly went crazy with pain, throwing himself into a fire.

 

 

“Deianira”, illumination from the manuscript “De Mulieribus Claris”, decorated by Robinet Testard, ms. Français 599, f. 21r, 1488-1496, Bibliothèque nationale de France, Département des Manuscrits, Paris.

 


 

Folia Magazine è finalmente di ritorno dalla pausa invernale! Cogliamo questa occasione per augurare a tutti voi un buon anno, riprendendo le pubblicazioni con il nostro consueto Women’s Wednesday. La storia della settimana, oltre ad essere collegata a Iole, la nostra ultima Mulier Clara, torna a coinvolgere Ercole; la protagonista, infatti, è Deianira, moglie dell’eroe mitologico.

Deianira, figlia del re di Calidone, era ritenuta così bella che per prenderla in sposa Ercole dovette sconfiggere il dio fluviale Acheloo. Dopo il matrimonio, sulla strada per tornare alla patria di Ercole, la coppia fu costretta a fermarsi in prossimità di un fiume. Un centauro di nome Nesso si offrì di aiutare Deianira a guardare il corso d’acqua: giunto all’altra sponda, tuttavia, Nesso partì al galoppo nel tentativo di rapire da donna. Ercole, non potendo raggiungere il centauro a piedi, prese arco e frecce e ne scagliò una avvelenata contro Nesso: sul punto di morte, il centauro consigliò a Deianira di conservare la sua veste, perché il sangue di cui la stoffa era ormai intrisa le sarebbe un giorno stato utile per far sì che Ercole, indossandola, avrebbe amato per sempre soltanto lei. Ercole si ricongiunse quindi a Deianira e la coppia proseguì la propria vita insieme.

Anno dopo anno, Ercole si dimostrò sempre meno fedele alla moglie, seminando figli in tutta Grecia; fu quando l’eroe si innamorò di Iole, tuttavia, che Deianira si ricordò delle parole di Nesso e decise di mandare la vecchia veste insanguinata al marito. Appena quest’ultimo la ebbe indossata, il sangue avvelenato entrò nei pori della sua pelle: Ercole impazzì immediatamente di dolore, buttandosi infine sopra una pira.
“Deianira”, miniatura tratta dal manoscritto “De Mulieribus Claris”, decorato da Robinet Testard, ms. Français 599, c. 21r, 1488-1496, Bibliothèque nationale de France, Département des Manuscrits, Parigi.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *