Deianira

Folia Magazine è finalmente di ritorno dalla pausa invernale! Cogliamo questa occasione per augurare a tutti voi un buon anno, riprendendo le pubblicazioni con il nostro consueto Women's Wednesday. La storia della settimana, oltre ad essere collegata a Iole, la nostra ultima Mulier Clara, torna a coinvolgere Ercole; la protagonista, infatti, è Deianira, moglie dell'eroe mitologico.

Deianira, figlia del re di Calidone, era ritenuta così bella che per prenderla in sposa Ercole dovette sconfiggere il dio fluviale Acheloo. Dopo il matrimonio, sulla strada per tornare alla patria di Ercole, la coppia fu costretta a fermarsi in prossimità di un fiume. Un centauro di nome Nesso si offrì di aiutare Deianira a guardare il corso d'acqua: giunto all'altra sponda, tuttavia, Nesso partì al galoppo nel tentativo di rapire da donna. Ercole, non potendo raggiungere il centauro a piedi, prese arco e frecce e ne scagliò una avvelenata contro Nesso: sul punto di morte, il centauro consigliò a Deianira di conservare la sua veste, perché il sangue di cui la stoffa era ormai intrisa le sarebbe un giorno stato utile per far sì che Ercole, indossandola, avrebbe amato per sempre soltanto lei. Ercole si ricongiunse quindi a Deianira e la coppia proseguì la propria vita insieme.

Anno dopo anno, Ercole si dimostrò sempre meno fedele alla moglie, seminando figli in tutta Grecia; fu quando l'eroe si innamorò di Iole, tuttavia, che Deianira si ricordò delle parole di Nesso e decise di mandare la vecchia veste insanguinata al marito. Appena quest'ultimo la ebbe indossata, il sangue avvelenato entrò nei pori della sua pelle: Ercole impazzì immediatamente di dolore, buttandosi infine sopra una pira.


“Deianira”, miniatura tratta dal manoscritto “De Mulieribus Claris”, decorato da Robinet Testard, ms. Français 599, c. 21r, 1488-1496, Bibliothèque nationale de France, Département des Manuscrits, Parigi.

Post consigliati
0 commenti
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *